Il curioso caso del drone in faccia.

Avrete forse gia' sentito la storia dello sposo colpito da un drone durante in video di matrimonio, ieri a Palermo. No? Riassuntino:

Giorno piu' bello della vita, esci dalla chiesa, avete anche il drone, che si alza in volo, che colpisce lo sposo, sposo in ospedale, fine della festa.

Stando a quello che riportano i giornali, al civico di Palermo si e' dovuti ricorrere alla chirurgia plastica per il povero neo marito.

 

Ma quali sono i danni che un drone puo' arrecare al volto (o altre parti del corpo) quando incontrollato va a sbattere contro una persona? Bisogna precisare che stiamo parlando di micro-elicotteri! I cui rotori girano a velocita' elevatissime, diventando, di fatto, come lame. Se non controllati o fatti alzare in condizioni proibitive (presenza di cavi, antenne, vento anche moderato) si rischiano ferite molto profonde e danni seri a parti "sensibili" come occhi, orecchie, dita, capelli!!

 

Senza dubbio le riprese per un video di matrimonio si arricchiscono grazie al punto di vista privilegiato che solo i droni possono offrire, ma la sicurezza viene prima di tutto. Usare un drone per uno spot pubblicitario o per un matrimonio comporta tantissime responsabilita', quindi: ASSICURATEVI CHE LO STUDIO FOTOGRAFICO O IL FOTOGRAFO CHE VI FORNISCE QUESTO SERVIZIO, SI SERVA SOLO DI OPERATORI DRONE CON REGOLARE LICENZA.

Professionalita' significa soprattutto essere responsabili dei propri mezzi, E CONOSCERLI. Una macchina fotografica non e' certo un drone, ma il principio alla base e' lo stesso. Se da domani le apparecchiature dentistiche fossero a disposizione di CHIUNQUE, la cosa mi preoccuperebbe molto.

 

Fantastici, bellissimi, innovativi: ma anche relativamente economici, facili (almeno sulla carta) e divertenti da pilotare. Ed ecco che anche questo mercato si e' purtroppo aperto a molti operatori che non sanno quando possono o non possono "operare". In questo caso, nonostante il forte vento, nemico di tutti i velivoli, la troupe fotografica ha voluto continuare le riprese del matrimonio. E il risultato e' stato devastante, soprattutto per la faccia dello sposo, un uomo di 37 anni, che di sicuro, in un modo o nell'altro, non potra' scordarsi il giorno del suo matrimonio!!

 

Preciso che non siamo affatto contro l'uso dei droni per i propri servizi video: piuttosto contro il loro cattivo uso, ultimamente, diciamolo, anche troppo presente, quasi da stancare. Il drone, come detto, arricchisce un video, non lo completa e di certo non lo FA.

Tornando all'incidente capitato allo sposo palermitano, ecco la foto che dimostra cosa puo' succedere. Lui e' un blogger americano che voleva farsi un "selfie" con il suo drone. Ovviamente il suo e' un caso estremo, I droni rimangono, ripeto, un mezzo eccezionale da aggiungere ai propri video. Basta solo stare attenti a scegliere.

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Pippo (mercoledì, 25 maggio 2016 13:21)

    D' accordissimo con questo articolo. Sempre andare sul sicuro quando si sceglie un fotografo, meglio spendere qualcosa in piu' ma avere un operatore drone esperto e con licenza!